Fitness in Acqua - CRAZY 4 WATER - La nuova generazione del fitness in acqua

Vai ai contenuti

______________________________________________________________


PRINCIPI FISICI DELL'ACQUA


L’acqua generata dall’unione di 2 molecole d’ossigeno e 1 d’idrogeno, possiede importanti qualità fisiche. Esse sono : galleggiamento, pressione idrostatica, viscosità, temperatura.

Per meglio comprendere queste caratteristiche presentiamo un esempio concreto. Se immergiamo un oggetto in una vasca colma d'acqua, la forza di gravità lo porta verso il fondo. Mentre l’oggetto affonda, contemporaneamente il livello dell’acqua della vasca aumenta in modo proporzionale al volume di acqua spostato dall’oggetto. Questo avviene perché la densità dell’oggetto è superiore alla densità dell'acqua. Le particelle che formano l’oggetto solido sono molto più vicine e legate delle molecole che formano l'acqua in forma liquida. Ora cambiamo la forma dell’oggetto. Se diamo all’oggetto la forma di una nave esso galleggia perché il suo interno si riempie d’aria. Il volume d’aria crea un corpo unico con la nave e visto che l'aria è meno densa dell'acqua, la densità totale della nave è inferiore a quella dell'acqua ed essa non affonda.

Quanto sopra descritto viene enunciato dal principio di Archimede: un corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del volume del liquido spostato. Si tratta di una spinta verticale che si contrappone alla forza di gravità.
Immergendo un corpo fino all’altezza delle caviglie, quello stesso corpo peserà il 95% del suo peso a terra. Immergendolo all’altezza dell’ombelico il peso sarà pari al 50% di quello a terra. Immergendolo
fino alle spalle avrà il 20% del suo peso a terra, con un’immersione fino al collo si arriva al 7% .
Ma il galleggiamento è anche una capacità, e per questo in acqua questa capacità dipende dalle abilità proprie di ciascun soggetto.
La composizione corporea, la densità ossea, il grado di acquaticità, influiscono pesantemente sulle condizioni di galleggiamento del soggetto. Le persone, ad esempio, con masse muscolari minori tenderanno a sentire di più la spinta verso l’alto derivante dall’acqua. Le persone con minor massa grassa riusciranno a percepire meno la sensazione di galleggiamento per cui applicheranno maggior forza per vincere questa sensazione.

L’acqua, che possiede un suo peso, ha una certa pressione sui soggetti in essa immersi, e questa pressione aumenta proporzionalmente all’aumentare della profondità. Questa è la definizione di pressione idrostatica. La pressione esercitata su una parte della superficie di un fluido si trasmette con la stessa intensità in ogni punto della sua massa. Un barattolo di forma cilindrica pieno d’acqua viene forato con buchi posizionati tutti alla stessa altezza. Facendo così l’acqua esce da tutti i buchi con la stessa intensità. Prendendo un altro barattolo sempre di forma cilindrica avente le stesse dimensioni e riempiendolo d’acqua, ma realizzando questa volta buchi ad altezze diverse, si verifica che dal buco più alto, quello più vicino alla sommità del barattolo, nel punto in cui la pressione dell’acqua è minore, questa esce con minore intensità rispetto a quella che esce dagli altri buchi. Questo è il Principio di Pascal.

Si può inoltre considerare la resistenza opposta dall’acqua al movimento di un oggetto. E’ la viscosità. La viscosità è responsabile della resistenza opposta dall'acqua al movimento in modo proporzionale alla velocità con cui l’oggetto viene spostato al suo interno. Questa proporzione prende il nome di Legge Quadratica, per cui con l’aumentare della velocità d’esecuzione di un gesto in acqua, aumenterà la resistenza che l’acqua oppone al movimento per il suo quadrato.

Alcune considerazioni possono essere fatte sulla temperatura dell’acqua.
Diminuendo la temperatura dell’acqua, diminuisce la vascolarizzazione dei tessuti a causa della vaso-costrizione, cioè la diminuzione della sezione dei vasi. Per questo motivo è importante mantenersi in costante movimento e rendere attivi tutti i momenti di recupero.








Torna ai contenuti