Fitness in Acqua - CRAZY 4 WATER - La nuova generazione del fitness in acqua

Vai ai contenuti

______________________________________________________________


MODELLI DI LEZIONE


Acqua Circuit Training
Questa metodologia di allenamento prevede la predisposizione di più esercizi concatenati l’uno all’altro attraverso un ordine prestabilito al fine di costituire un circuito articolato di lavoro. In funzione dell’obiettivo che si vuole perseguire si opera una scelta ponderata degli esercizi. Successivamente si stabilisce un ordine preciso da seguire nell’esecuzione di questi esercizi. Si passa poi a stabilire il tempo da dedicare a ciascun esercizio e, nel caso in cui si desideri effettuarle, il tempo di recupero tra un esercizio e l’altro. Il tutto andrà a determinare il tempo totale necessario all’esecuzione del circuito. Questo circuito così costruito può ripetersi più di una volta oppure essere seguito da un nuovo circuito. L’uso della musica non è obbligatorio anche se bisogna ricordare che rende il lavoro più semplice da accettare ed ha una forte ripercussione sulla spinta emotiva del gruppo che pertanto ne trae vantaggio. Si può eseguire sia in acqua bassa che in acqua alta.

Esempio :
- 5’ riscaldamento
- (1’ corsa skip + 1’ calci avanti alternati + 1’ slanci gambe tese + 1’ recupero attivo) x 3 volte
- (1’ spinte avanti arti superiori + 1’ chiusure arti tesi + 1’ slanci arti tesi sul piano sagittale + 1’ recupero attivo) x 3 volte
- (1’ bicicletta + 1’ calci laterali alternati + 1’ twist + 1’ recupero attivo) x 3 volte
- 5’ defaticamento



Acquatic Series
Questa metodologia di allenamento prevede l’esecuzione di ciascun esercizio selezionato in funzione di un obiettivo specifico per un numero prestabilito di ripetizioni da ripetersi per un numero prestabilito di serie. In funzione dell’obiettivo che si vuole perseguire si opera una scelta ponderata degli esercizi, del numero di serie e di ripetizioni da proporre in modo che siano efficaci. Si deve inoltre tenere conto del tempo necessario alla realizzazione di ciascun esercizio e, nel caso in cui si desideri effettuarle, il tempo di recupero tra una serie dell’esercizio e quella successiva dello stesso, così come del tempo di recupero tra esercizi diversi. Il tutto andrà a determinare il tempo totale necessario all’esecuzione della parte centrale della lezione. L’uso della musica non è obbligatorio anche se bisogna ricordare che rende il lavoro più semplice da accettare ed ha una forte ripercussione sulla spinta emotiva del gruppo che pertanto ne trae vantaggio. Si può eseguire sia in acqua bassa che in acqua alta.

Esempio :
- 5’ riscaldamento
- 4 x 20 calci avanti + 1’ recupero attivo
- 4 x 20 slanci gambe tese + 1’ recupero attivo  
- 4 x 20 spinte avanti arti superiori + 1’ recupero attivo
- 4 x 20 chiusure arti tesi + 1’ recupero attivo
- 4 x 20 slanci arti tesi sul piano sagittale + 1’ recupero attivo
- 4 x 20 calci laterali alternati  + 1’ recupero attivo
- 4 x 20 twist + 1’ recupero attivo  
-  5’ defaticamento

Acqua Running
Questa metodologia di allenamento prevede l’esecuzione della corsa e di tutte le sue varianti come momento centrale della lezione che sarà interrotta da momenti di recupero attivo caratterizzati da esercizi selezionati in funzione dell’obiettivo selezionato. Nell’esecuzione della corsa si fissano regole precise per quanto riguarda l’esecuzione del gesto, i suoi tempi di realizzazione e l’ampiezza richiesta. Si passa poi a definire lo schema di movimento che si vuole realizzare utilizzando le varie forme di corsa esistenti con le relative direzioni in modo che siano efficaci. Si deve inoltre tenere conto del tempo necessario alla realizzazione di ciascun tipo di corsa e nel caso in cui si effettuino degli spostamenti, del tempo necessario a riposizionamento di tutto lo schieramento tenendo conto delle correnti che si vanno a creare durante gli spostamenti e della difficoltà nel ritornare al punto di partenza vincendo tali correnti. Si  può pensare ad un congruo tempo di recupero tra uno spostamento ed il ritorno per ovviare a questa situazione. Il tutto andrà a determinare il tempo totale necessario all’esecuzione della lezione. L’uso della musica non è obbligatorio anche se bisogna ricordare che rende il lavoro più semplice da accettare ed ha una forte ripercussione sulla spinta emotiva del gruppo che pertanto ne trae vantaggio. Si può eseguire sia in acqua bassa che in acqua alta.

Esempio :
- 5’ riscaldamento
- (1’ corsa skip sul posto + 1’ recupero attivo) x 4 volte
- 3 x 10 slanci gambe tese + 3 x 10 spinte avanti arti superiori
- (1’ corsa skip laterale destra/sinistra + 1’ recupero attivo) x 4 volte
- 3 x 10 chiusure arti tesi + 3 x 10 slanci arti tesi sul piano sagittale
- (1’ corsa skip avanti/indietro + 1’ recupero attivo) x 4 volte   
- 3 x 10 calci laterali alternati  + 3 x 10 twist
- (1’ corsa calciata dietro + 1’ recupero attivo) x 4 volte
- 5’ defaticamento






Torna ai contenuti